Counseling online via email: questioni etiche, pratiche, tecniche.

Scritto da il 18/07/2013 in Diventare counselor - 2 Commenti
counseling online

Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito a un notevole incremento dell’uso delle nuove tecnologie nella pratica di diversi professionisti delle relazioni d’aiuto e del Counseling. Questi nuovi strumenti pongono domande sia di natura etica sia operativa. Il Counseling online fa riferimento a una serie di servizi e tecniche che, nonostante l’assenza di un contatto “in presenza”, possono essere efficaci e soddisfacenti.

Una parte del Counseling online, quello non gestito attraverso le piattaforme audio e video diffuse sul mercato, è caratterizzato dal contatto non diretto tra il Counselor e il cliente, dalla mancanza di comunicazioni non verbali e fisiche, dall’assenza dello sguardo, tutti elementi estremamente significativi nelle comunicazioni sociali e nelle interrelazioni personali. Queste caratteristiche, unite alla possibilità dell’anonimato, possono creare un grande effetto di disinibizione nel cliente, portando a un’apertura più facile e rapida sulle proprie problematiche. Inoltre, la disponibilità, le flessibilità in termini di tempi e spazi, la versatilità e i costi possono rendere il servizio on line interessante in termini di potenzialità di diffusione e di accessibilità.

Il Counseling online si diversifica in termini di sincronismo (è sincrono nel caso delle chat e asincrono nel caso delle email), di modalità (individuale o di gruppo), di comunicazione (attraverso la scrittura del testo, la voce o il video) e di interazione (diretto con il Counselor o senza la sua presenza come nel caso dei siti di auto-aiuto). Il Counseling online può essere un servizio aggiuntivo e complementare al tradizionale Counseling faccia a faccia. Il Counseling online generalmente fa uso di comunicazioni basate su testi scritti. Scrivere può essere più facile e rassicurante per il cliente e per alcuni agevola nell’esprimere i propri sentimenti o le proprie problematiche. La comunicazione asincrona delle email offre il vantaggio di elaborare emozioni e pensieri nei tempi che si ritiene opportuno, facilitando la propria riflessione.

Anche per il Counselor l’uso delle e-mail offre flessibilità nei tempi di analisi e di risposta. Il Counseling on line consente di ricevere un servizio a lungo o breve termine, anche per un singolo intervento, e inoltre, di utilizzare diversi approcci e diverse tecniche.

Nel Counseling sincrono, attraverso la chat, si possono realizzare conversazioni in tempo reale a qualunque distanza. Si possono effettuare conversazioni singole private in parallelo o conversazioni di gruppo. Si può offrire un servizio nei web-site di educazione e di informazione, consiglio e supporto. Tale applicazione ha un potenziale di sviluppo interessante. Persone che vivono in località isolate, con problemi di disabilità, malate, con situazioni economiche modeste, persone con difficoltà nelle relazioni dirette, possono utilizzare il servizio on line con più agio.

La nascita del Counseling online ha generato discussioni soprattutto per quanto riguarda gli aspetti etici, legali e tecnici.

Non soltanto il Counselor deve avere requisiti professionali specifici, ma deve possedere anche adeguate conoscenze informatico-operative e la capacità di utilizzare tecnologie avanzate per proteggere l’utente e garantirne la sicurezza dei dati personali, della privacy, della documentazione delle anamnesi e degli interventi di Counseling.
Tale pratica professionale deve dotarsi di standard di Web-Counseling chiari, trasparenti e certificati e di Linee Guida condivise dalla comunità professionale riconosciuta.

Negli USA, la crescita esponenziale dei siti di Counseling ha spinto definire regole precise e valide per tutti i soggetti promotori di tali iniziative attraverso la costituzione di una commissione di Counselors esperti, riuniti nella National Board Certified Counselors (NBCC).

Se vuoi altri consigli inserisci i tuoi dati qui

2 Commenti su "Counseling online via email: questioni etiche, pratiche, tecniche."

  1. Anna 25/08/2015 alle 15:44 · Rispondi

    E’ possibile in Italia prestare un servizio di counselling on line a pagamento?

    • Staff 09/09/2015 alle 10:13 · Rispondi

      Ciao Anna,
      come cliente puoi trovare dei counselor che offrono questi servizi, solitamente dopo aver conosciuto la persona, ma non necessariamente.
      Come professionista puoi valutare, a seconda delle tue preferenze, se mettere a disposizione questo tipo di counseling a distanza oppure no.

      Speriamo di aver risposto alla tua domanda, se hai altri dubbi scrivici pure!

Lascia un commento

Certificazioni

L'istituto Cortivo ha sempre fatto della qualità un punto irrinunciabile della sua politica aziendale

I Partner Cortivo

L'istituto Cortivo ha attivato significative sinergie con partner importanti

Cortivo Baby Planet

Cortivo Baby Planet è un progetto sociale realizzato dall'Istituto Cortivo

Istituto Cortivo S.p.A. - via Padre E. Ramin, 1 - 35136 Padova - P.IVA 01921530281 - Copyright © 2017 Istituto Cortivo